Quale tipologia di pensionato può trasferire la pensione all’estero

informazioni

Una delle domande più ricorrenti dei pensionati italiani che vogliono lasciare l’Italia è quale tipologia di pensionato può trasferire la propria pensione all’ estero.

Questo non è un dubbio misterioso poiché quasi tutte le tipologie di pensioni possono essere trasferite all’estero, il vero dilemma è come viene sviluppato il beneficio della tassazione secondo il paese prescelto. Prendiamo allora appunti di alcune regole per il trasferimento della pensione all’ estero.

Convenzione bilaterale internazionale evita la doppia tassazione

Un accordo bilaterale internazionale firmato tra lo stato italiano ed alcuni paesi esteri, con l’obbiettivo di evitare la doppia tassazione è una normativa applicata in qualsiasi paese estero dove viene stabilita la residenza permettendo al paese di gestire il versamento della somma pensionistica secondo la propria sovranità. In poche parole, Il pensionato che si trasferisce all’estero otterrà l’invio della propria pensione per l’intero importo della pensione incluso di tutte le imposte che verrebbero applicate in Italia per poi sottoporsi alle regole di tassazione del paese dove si intende fissare la residenza.

Detrazione pensione ex dipendente pubblici

Una differenza nella legge che regola la detassazione delle pensioni penalizza purtroppo gli ex dipendenti della pubblica amministrazione (statali, parastatali, dipendenti delle Regioni, Provincie, Comuni, ex poliziotti, vigili del fuoco o forestale). Questa tipologia di pensioni non godono degli accordi internazionali destinati alla detassazione fiscale e quindi gli importi vengono trasferiti al netto delle corrispettive imposte di redito. Nel caso in cui il paese ospitante oltre a partecipare alla convenzione che evita la doppia tassazione, addirittura offra ai nuovi residenti fiscali un ulteriore esenzione fiscale, come nel caso del Portogallo, il vantaggio proposto finisce per essere inutile per tutte le tipologie di pensionati che devono comunque pagare le tasse in Italia.

I pensionati Inps che desiderano trasferirsi all’estero, differentemente dalle altre categorie di pensionati statali, usufruiscono dei benefici della detassazione e quindi ricevono la pensione al lordo della tassazione italiana.

Come ottenere la detassazione della pensione?

A questo punto, definite le categorie di pensionati all’estero che possono usufruire degli accordi internazionali relativi alla detassazione della propria pensione non basta soltanto fare le valigie per trasferirsi, è necessario regolarizzare lo status della propria residenza all’estero con un documento emesso della autorità competenti nel paese ospitante, questa documentazione servirà per la richiesta di trasferimento del beneficio che sarà inviata presso gli uffici dell’INPS.

Altra procedura importante è la dichiarazione al Fisco di cambio residenza e di non essere un residente in Italia.

La comunicazione da inoltrare presso gli uffici dell’Inps per ottenere il regolare trasferimento della pensione all’estero con l’applicazione delle convenzioni per evitare le doppie imposizioni fiscali ed ottenere la detassazione della pensione percepita in Italia, viene effettuata attraverso l’invio dell’interessato di un modulo apposito e disponibile nel sito (https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iPrestazioni=95&IdArea=5&lingua=IT)  dove oltre la richiesta  si dovrà comprovare l’ attestazione di residenza fiscale all’estero .

Contattaci ora se desideri Maggiori Informazioni

inserisci nome e cognome